it.ezyguidance.com
Idee Per La Vita Sana

12 Segni sorprendenti Una sensibilità al cibo nascosta sta distruggendo la tua salute

Ti senti costantemente sotto il tempo, senza sapere esattamente perché? Sono apparentemente minori condizioni di salute senza causa nota?

Potresti avere una sensibilità alimentare non rilevata. A differenza delle vere allergie, questi tipi di intolleranze alimentari non sono pericolose per la vita, ei sintomi di solito si manifestano gradualmente. In effetti, i sintomi possono non manifestarsi ogni volta che si mangia il cibo, soprattutto se si mangia solo una piccola quantità, o si consuma di rado!

Sebbene un adulto su cinque riferisca di un'intolleranza a un determinato alimento o cibo, molti esperti ritengono che la cifra reale possa essere molto più elevata in quanto i sintomi dell'intolleranza alimentare sono così vari e non specifici.

Se uno dei seguenti sintomi si applica a te, può valere la pena di indagare se il cibo è alla radice del problema.

1. Upset digestivo

Uno dei segni più evidenti di intolleranza alimentare è il disturbo digestivo, anche se, sorprendentemente, non tutti quelli con una sensibilità alimentare lo sopportano!

Chi lo fa può provare nausea, mal di stomaco, bruciore di stomaco, gas, crampi o gonfiore che iniziano immediatamente o fino a diverse ore dopo un pasto.

Questi sintomi si verificano perché il corpo non è in grado di digerire o assorbire completamente il cibo, quindi le particelle che sono troppo grandi per passare attraverso la parete dell'intestino causano spasmi e dolore. I batteri nell'intestino si nutrono anche di questi detriti, generando gas che porta al gonfiore.

2. Sindrome dell'intestino irritabile

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è una patologia in cui il paziente sperimenta dolore addominale e una serie di sintomi digestivi come quelli sopra elencati.

Secondo la rete IBS, mentre pochissime persone con IBS hanno un'allergia alimentare, la maggior parte ha almeno un'intolleranza alimentare. Questi alimenti provocano spasmi e distendono l'intestino con gas o fluidi.

Quelli con la sindrome dell'intestino irritabile dovrebbero lavorare per scoprire il loro cibo individuale e bere intolleranze, in modo che possano essere ridotti o eliminati dalla dieta, al fine di migliorare la funzione digestiva e il benessere generale.

3. Mal di testa o emicranie

Quasi tutti soffrono di mal di testa in un momento o un altro e si stima che 26 milioni di americani soffrano di emicrania, caratterizzata da un intenso dolore pulsante comunemente accompagnato da nausea, vomito e estrema sensibilità alla luce e al suono.

Una varietà di fattori innesca mal di testa ed emicranie, con la sensibilità alimentare che è una causa spesso ignorata.

La ricerca ha dimostrato che l'emicrania può essere innescata da diversi alimenti, tra cui grano, latticini, cereali, zucchero, lievito, mais, agrumi e uova. Gli alimenti trasformati sono anche noti fattori scatenanti grazie alla miriade di additivi in ​​essi contenuti, tra cui dolcificanti artificiali, coloranti, aromi, stabilizzanti e conservanti.

Gli studi clinici hanno scoperto che l'identificazione e l'eliminazione degli alimenti trigger possono ridurre la gravità e / o la frequenza del mal di testa e possono addirittura impedire che si verifichino!

4. Depressione o ansia

Sappiamo che il cervello e il sistema gastrointestinale condividono una connessione intima, nota come l'asse dell'intestino. Inoltre, l'intestino produce fino al 90% della serotonina del corpo - una sostanza chimica di benessere che regola il nostro umore ed è collegata alle nostre capacità di appetito, sonno, apprendimento e memoria.

Se l'intestino non è in buona salute, è probabile che anche il cervello non lo sia! Infatti, esistono alcune prove per dimostrare che la depressione è frequentemente associata all'infiammazione gastrointestinale - un sintomo comune riscontrato nell'apparato digerente di chi ha intolleranza alimentare.

In un sondaggio, il 73% di quelli con umore basso ha mostrato segni di miglioramento dopo aver modificato le proprie abitudini alimentari in base ai risultati di un test di intolleranza. Sebbene i loro spiriti sollevati possano essere in risposta all'adozione di misure positive per aiutare se stessi e un senso di maggiore controllo sulla loro salute, la potente connessione tra l'intestino e il cervello non può essere ignorata.

5. Problema Pelle

Collegare l'acne testarda o l'eczema alle intolleranze alimentari può sembrare un grande salto, ma l'intestino ha un'enorme influenza sulla salute della pelle.

Già nel 1930, gli scienziati tentarono di connettere l'intestino con la salute della pelle, cosa che la ricerca moderna ha confermato come una relazione importante e molto reale. Oggi molti professionisti della medicina funzionale ora vedono le condizioni della pelle come disturbi infiammatori dello spettro autoimmune.

Se alcuni cibi che mangia regolarmente causano l'infiammazione dell'intestino, questo potrebbe facilmente manifestarsi come condizioni della pelle apparentemente non collegate come la psoriasi, l'eczema, la rosacea o l'acne.

In un test di intolleranza alimentare, su 89 persone che hanno riportato di provare prurito cutaneo, l'87% ha dichiarato di aver notato un miglioramento dopo aver rimosso alcuni cibi trigger. Risultati simili sono stati osservati per coloro che hanno segnalato l'acne e l'eczema.

6. Sindrome pre-mestruale (PMS)

PMS - che colpisce fino a tre donne su quattro - insieme a sbalzi d'umore e periodi irregolari o dolorosi possono essere causati o aggravati da cibi specifici che non sono d'accordo con te.

Inoltre, PMS Comfort afferma che la sensibilità alimentare (che interferisce con il processo di guarigione del corpo) può essere una delle ragioni per cui i trattamenti naturali o medici per la PMS non funzionano come dovrebbero.

Collegare un alimento specifico con PMS può essere anche più difficile che collegarlo ad altri sintomi di intolleranza, in quanto i sintomi della sindrome premestruale si verificano solo nel periodo precedente il periodo, piuttosto che ogni volta che il cibo trigger viene consumato.

7. Stanchezza e affaticamento

Una sensazione di stanchezza costante, difficoltà ad alzarsi dal letto al mattino o una completa mancanza di energia a partire da metà pomeriggio in poi, possono indicare molte condizioni di salute.

Ma se hai visto il tuo medico e hai escluso condizioni mediche sottostanti come carenze nutrizionali, anemia, diabete, apnea notturna, ipotiroidismo, ecc., Allora vale la pena di investigare sulla tua dieta.

La sensibilità alimentare pone uno stress costante e nascosto sulle ghiandole surrenali, che può portare ad un esaurimento surrenalico poiché le ghiandole devono continuamente secernere ormoni in risposta all'infiammazione causata da tali alimenti.

Naturalmente, il corpo non è in grado di guarire se stesso e mantenere i livelli di energia quando questo si sta verificando.

8. Carenze nutrizionali

Poiché l'intolleranza alimentare pone un ulteriore stress sul corpo, è necessario utilizzare il suo apporto di sostanze nutritive per combattere questo ceppo aggiunto che può portare a livelli di vitamine e minerali esauriti.

Se stai mostrando uno dei segni premonitori della carenza di vitamina C; carenza di vitamina D; o i livelli subottimali di qualsiasi altra vitamina o minerale, nonostante mangiando una dieta sana ed equilibrata, la sensibilità alimentare può essere la colpa.

9. Dolore alle articolazioni

Le articolazioni dolorose o gonfie sono di solito causate da infiammazione, che ora sappiamo essere innescata dagli effetti sull'intestino degli alimenti a cui siamo sensibili.

Diversi studi sono stati pubblicati sugli effetti benefici del taglio degli alimenti problematici dalla dieta al fine di ridurre i sintomi dell'artrite reumatoide - una malattia autoimmune che causa infiammazione dolorosa delle articolazioni.

E i sondaggi sulla "vita reale" tornano su questi studi scientifici! Quando sono state intervistate 177 persone con dolori e dolori generalizzati, incluso dolore alle articolazioni, l'88% ha riportato un miglioramento dei sintomi dopo aver rimosso gli alimenti intolleranti.

10. Insonnia

Caratterizzato da difficoltà nell'addormentarsi o nel rimanere addormentato, l'insonnia può avere un enorme impatto sulla vita quotidiana e sulla salute dei malati.

Mentre ci sono molte cause accettate di insonnia, l'allergia alimentare nascosta è raramente considerata. Tuttavia, alcune ricerche hanno indicato la sensibilità alimentare come una fonte comune di insonnia, in particolare perché può influenzare tante altre aree di salute che, a loro volta, contribuiscono all'insonnia.

Anche le risposte infiammatorie per scatenare gli alimenti hanno un ruolo, poiché la ricerca mostra un'infiammazione cronica e citochine elevate (messaggeri infiammatori), da qualsiasi causa, possono portare all'insonnia.

Per coronare il tutto, meno si dorme, più è probabile che desideriate cibi infiammatori a cui siete sensibili - come pane, zucchero e alcol!

11. Guadagno di peso

L'aumento di peso, o il mantenimento nonostante la privazione di calorie, può indicare la sensibilità alimentare, afferma il Dr. John Mansfield, autore dei Sei segreti del successo della perdita di peso.

Mansfield sostiene che le intolleranze alimentari erano la causa principale dell'aumento di peso in oltre il 70% dei pazienti trattati nella sua carriera di 31 anni.

Una reazione causata dalla sensibilità alimentare interferisce con i segnali che l'intestino invia al cervello dopo aver mangiato. In una persona sana, i segnali funzionano bene e il peso corporeo rimane costante. Ma in quelli con intolleranze, l'infiammazione può causare il malfunzionamento di questo meccanismo e il livello di peso "costante" è impostato su un livello errato, più alto di quello che dovrebbe essere.

Per rimediare a questo, e rilasciare quei chili in più, scoprire ed eliminare i trigger di cibo.

12. Problemi respiratori

I sintomi associati alle orecchie, al naso e alla gola - come sinusite, naso chiuso o chiuso, tosse, infezioni ricorrenti all'orecchio, ronzio alle orecchie, allergie stagionali o schiarite della gola frequenti - possono essere tutti collegati a ciò che si mangia!

L'infiammazione causata dalla sensibilità alimentare può interessare queste aree del corpo, proprio come fanno molte altre.

Quando sono state intervistate 104 persone che stavano vivendo la sinusite, l'89% ha riportato un miglioramento dopo aver rimosso gli alimenti a cui hanno scoperto di essere sensibili.

Scoprire le sensibilità alimentari

Dopo aver letto l'elenco di sintomi sopra riportato (che non è affatto esaustivo) potresti cominciare a sospettare di avere un'intolleranza alimentare.

Se questo è il caso, assicurati di escludere prima altre condizioni, quindi considera di intraprendere una dieta di eliminazione per individuare i cibi trigger.

13 cose che accadono quando pratichi la respirazione profonda

13 cose che accadono quando pratichi la respirazione profonda

La respirazione è qualcosa che diamo per scontato: lo facciamo ogni minuto di ogni giorno della nostra vita. Ma quanti di noi si impegnano veramente in una respirazione profonda e controllata?Questa tecnica, che prevede inalazioni ed esalazioni più lente e più significative, può essere il segreto della salute e della longevità complessive.L

(Salute)

7 motivi per iniziare ad aggiungere burro al tuo caffè

7 motivi per iniziare ad aggiungere burro al tuo caffè

Mentre l'ultima tendenza di mescolare burro in caffè potrebbe non piacere a voi in un primo momento, l'inventore di 'caffè a prova di proiettile', Dave Asprey, afferma che ci sono una miriade di motivi per bere la sua creazione.Anche se il caffè da solo ha un certo numero di benefici sostenuti scientificamente, si dice che l'aggiunta di burro conferisca una consistenza cremosa e alcune sostanze nutritive importanti alla vostra infusione del mattino.In

(Salute)