it.ezyguidance.com
Idee Per La Vita Sana

15 cose che stai facendo che stanno uccidendo le tue piante d'appartamento

Il tuo cestino o compost ammucchia un cimitero per piante d'appartamento morte? Forse ti starai chiedendo perché sei stato maledetto con una custodia del temuto pollice nero!

Bene, non ti meravigliare più ... è probabile che stai facendo almeno una delle seguenti 15 cose per uccidere la tua vegetazione domestica:

1. Ignorando le istruzioni

Qual è il modo migliore in assoluto per evitare una pianta d'appartamento morta? Leggi e segui le istruzioni per la cura, naturalmente! Questi ti diranno tutto ciò che devi sapere sulla tua pianta; i suoi bisogni e le sue preferenze in termini di cibo, acqua, luce e altro ancora.

Hai letto il libretto e sei ancora perplesso? Considera se stai facendo (o non facendo!) Uno dei seguenti.

2. Overwatering

Chiedete a qualsiasi esperto di giardinaggio o fiorista qual è il killer numero uno di piante d'appartamento, e vi diranno che è molto eccitante! Con molte specie di piante, ci può essere una linea sottile tra l'overwatering e l'innaffiatura, motivo per cui è così difficile valutare le esigenze precise delle vostre piante d'appartamento.

Irrigazione eccessiva causa la morte poiché interrompe l'apporto di aria alle radici della pianta, lava via i nutrienti vitali, crea l'ambiente perfetto per funghi e muffe e porta alla putrefazione delle radici. I segni più comuni di sovrasviluppo includono foglie appassite o gialle, terreno inzuppato, una pentola pesante, corteccia allentata e muffa sul terreno.

In generale, è possibile evitare il sovrasfruttamento, consentendo al terreno di asciugarsi al tatto tra un'annaffiatura e l'altra. Puoi anche inserire un dito nel terreno fino alla seconda nocca o testare il fondo del terreno attraverso un foro di drenaggio per vedere quanto è umido.

3. Sotto-irrigazione

Per complicare le cose, l'innaffiatura è altrettanto dannosa per la tua pianta quanto l'eccessiva idratazione!

Le piante che non ricevono abbastanza acqua appariranno droopy o appassite e potrebbero avere foglie ingiallite o secche verso il fondo. Ciò accade perché le piante intelligenti cercano di conservare la poca acqua che hanno per il gambo e le radici trascurando le foglie.

Potresti anche vedere delle radici che sporgono attraverso il terreno incrinato e asciutto, a dimostrazione di quanto siano davvero secche le piante!

Evitare l'innaffiatura è semplice: impara i bisogni di irrigazione di ogni pianta, rispetta un programma, verifica il terreno e fai in modo che qualcuno si occupi di loro quando sei fuori città.

4. Non abbastanza spazio di radice

Proprio come i bambini, le piante passano attraverso gli sprazzi di crescita. Una volta che sono diventati troppo grandi per il loro piatto attuale, questo li porta a diventare 'pot-bound' o 'root-bound'. Mentre le radici si arrotolano e si attorcigliano su se stesse, la salute delle piante è compromessa.

I segni che una pianta ha superato il suo attuale contenitore includono:

  • Radici che spuntano dal fondo del vaso
  • Ci sono più radici che suolo quando allevi la pianta dal suo contenitore
  • Stragolose, piante pallide che hanno smesso di crescere
  • L'acqua scorre immediatamente sul fondo senza immergersi nel terreno
  • Top piante pesanti che continuano a cadere

Quando riesci a rinvasare delicatamente la tua pianta, assicurati di allentare e rimuovere il più possibile il vecchio terreno tra le radici principali. Dovresti anche eliminare tutte le radici danneggiate e cercare di separare attentamente le radici strettamente legate in modo che siano incoraggiate a diffondersi nel loro nuovo vaso.

5. Usare il terreno sbagliato

Proprio come le piante da esterno necessitano di un tipo specifico di terreno, così anche le piante da interno.

Assicurati che il terreno che usi sia adatto alla tua pianta d'appartamento. Un terriccio generale per interni è di solito sufficiente per la maggior parte delle piante, anche se alcune - come le orchidee e i cactus - hanno bisogno di miscele speciali.

6. Fornire i livelli di luce sbagliati

Quando si tratta di cura delle piante, imitare l'ambiente naturale nella misura del possibile è solitamente uno dei modi migliori per garantire la sopravvivenza delle piante. Questo è particolarmente vero quando si tratta di livelli di luce.

Per esempio, le piante che di solito prosperano nel deserto - come le succulente - saranno usate per il pieno sole e questo è ciò che dovresti fornire. Le felci tendono a crescere sul suolo della foresta e quindi sono abituate a livelli di luce bassi.

Se le foglie cominciano ad arricciarsi sotto, rosolare attorno ai bordi, o le nuove foglie sono più piccole di quelle vecchie, allora la tua pianta potrebbe troppa luce. Spostalo lontano dalla finestra o filtra la luce attraverso una tenda.

D'altra parte, potrebbe essere necessario spostare la pianta più vicino a una fonte di luce se comincia a sembrare fiacca, gli steli crescono in modo anomalo, le foglie mancano di colore e sono sottodimensionate, o le foglie cominciano a cadere.

7. Esposizione a temperature estreme

La maggior parte delle piante coltivate in case e uffici prosperano tra i 60 ei 75 gradi F.

Mentre le temperature esterne possono superare i 75 F senza danneggiare la pianta, questo non è solitamente il caso per le piante da interno, quando l'umidità dell'aria e la luce del sole non sono in linea con le condizioni naturali esterne.

Le temperature che sono troppo basse provocano danni alla crescita e causano la morte delle piante, specialmente quando vengono sovraccaricate!

Mantenere una temperatura moderata tutto l'anno e le tue piante dovrebbero prosperare. Se stai facendo una vacanza prolungata, quando una mancanza di riscaldamento o di aria condizionata potrebbe essere un problema, considera di portarli a casa di un amico.

8. Fornire i livelli di umidità sbagliati

La maggior parte, ma non tutte, le piante d'appartamento hanno bisogno di aria umida per prosperare - di solito tra il 50% e il 60% - ma il livello di umidità nella casa media è spesso molto inferiore a questo.

Le piante richiedono così elevati livelli di umidità perché i pori attraverso cui respirano perdono la maggior parte della loro umidità quando l'aria circostante è asciutta e non possono sempre sostituirla attraverso la radice. In generale, più sottile è la foglia, maggiore è la sua necessità di umidità. Foglie spesse, coriacee, cerose o pelose possono sopravvivere a livelli inferiori.

Se i bordi delle foglie sono crespati e marroni, le punte delle nuove foglie si asciugano o le gemme fioriscono e cadono, quindi è necessario alzare l'umidificatore o provare uno di questi modi per umidificare naturalmente la casa. Puoi anche spostare le piante in cucina o in bagno, o aumentare l'umidità intorno alle piante stando i vasi su un letto di ghiaia umida.

9. Non usare la giusta quantità di fertilizzante

Le piante richiedono tre nutrienti principali per crescere ed essere sani: azoto, fosforo e potassio.

Se le tue piante non vengono concimate regolarmente, puoi notare che le foglie inferiori perdono colore e cadono, le nuove foglie sono progressivamente più piccole di quelle più vecchie e gli steli sono rachitici. Assicurati di utilizzare regolarmente un cibo per piante d'appartamento equilibrato e vedrai prosperare la tua vegetazione.

Tuttavia, troppo fertilizzante può anche causare molti danni. Una pianta eccessivamente fertilizzata può appassire anche se innaffiata, le foglie possono ammorbidirsi o le punte delle foglie potrebbero diventare marrone. Le piante che crescono rapidamente con un sacco di foglie ma hanno pochi fiori (se ce ne sono) possono anche ricevere troppi fertilizzanti.

10. Scottature

Conosciuto anche come scottature fogliari, le piante bruciate dal sole possono subire danni irreparabili e alla fine morire se non le si salva.

La scottatura delle foglie è causata da troppa luce solare diretta sulla pianta. Noterai che le foglie diventano marroni sulle punte, oppure potrebbero diventare bianche e cadere. Le piante che vengono spostate all'aperto nei giorni di sole per un po 'di sole in più, o le piante spostate improvvisamente da luoghi ombrosi a luoghi soleggiati all'interno della casa, sono particolarmente sensibili.

Per salvare una pianta già bruciata, spostala in una posizione più ombreggiata. Ridurre l'irrigazione se la pianta ha subito una perdita di foglie, aumentando gradualmente con l'inizio dello sviluppo delle nuove foglie (controllare i suggerimenti su sotto- e soprawatering sopra). Dovresti anche ridurre il fertilizzante dopo la perdita delle foglie, aumentando quando si verifica una ricrescita.

11. Trascurando di prenderli

Potare o pizzicare le piante della tua casa aiuta a mantenerle sempre piene e sane, scoraggiando parassiti e malattie.

Taglia o togli tutti i rami o rami morti mentre attirano i funghi. Allo stesso modo, rimuovere le foglie marroni o gialle che possono decadere causando malattie e infestazioni di parassiti che possono infine uccidere la pianta, o persino diffondersi ad altre piante d'appartamento.

Un altro modo per curare le tue piante è quello di pulire delicatamente le foglie regolarmente con un panno umido. Questo rimuove la polvere aiutando le foglie a ottenere l'esposizione alla luce di cui ha bisogno per crescere. Spolverare rimuove anche gli insetti, aiutando a evitare problemi di parassiti e riduce gli allergeni nella vostra casa.

12. Riposizioni frequenti

Le piante lavorano duramente per adattarsi all'ambiente circostante, quindi ogni volta che le sposti in un'altra posizione le fai stressare perché devono riadattarsi da capo. Se la tua pianta prospera in una particolare area basata su livelli di temperatura, illuminazione e umidità, spostarla potrebbe essere dannosa per la sua salute.

Una volta trovato un posto dove la tua pianta è felice, prova a lasciarla lì.

13. Ignorando i parassiti

Diversi insetti e altri parassiti si nutrono di piante d'appartamento, che alla fine indeboliranno e uccideranno la pianta.

Alcuni dei parassiti più comuni e problematici sono:

  • Afidi: succhiano linfa dalla pianta e possono causare una nuova crescita di essere stentata e distorta. Se pensi che gli afidi stiano attaccando le tue piante d'appartamento, prova questi modi naturali per sbarazzarti degli afidi.
  • Acari di ragno - quasi impossibili da vedere, questi acari di solito attaccano nuove foglie e gemme. Le piante colpite perdono il loro colore verde e appaiono bronzate o sbiadite.
  • Mealybugs - simili a ciuffi bianchi di cotone, questi insetti estraggono la linfa dalla pianta.
  • Insetti di squame - creature ovali che assomigliano a piccole patelle marroni. Fanno succhiare i succhi vegetali, arrestando la crescita.
  • Insetti del suolo: vivono nel terreno e escono durante l'irrigazione. Non sono così dannosi, anche se grandi popolazioni possono causare avvizzimento e scarsa crescita delle piante.
  • Tripidi - insetti marroni e sottili molto piccoli che bevono i succhi della pianta, causando la distorsione della foglia con cicatrici evidenti.
  • Oidio farinoso - una comune infezione fungina che colpisce una grande varietà di piante. Scopri di più sulla prevenzione e il trattamento dell'oidio

Anche se potrebbe essere una tentazione di fare a pezzi queste creature con un pesticida chimico, esse contengono ingredienti dannosi per la salute di uomini e piante.

Invece, considerare l'utilizzo di un pesticida naturale e fatto in casa, come un sapone insetticida. Quando si tratta di cocciniglie e cocciniglie, toccarli con una punta di Q immersa in alcool è un modo infallibile per eliminarli.

14. Lasciando i tuoi animali a loro

Forse sei troppo severo con te stesso quando si tratta delle tue piante d'appartamento morte ... i tuoi familiari a quattro zampe potrebbero essere i colpevoli!

Gatti e gatti amano masticare le foglie, sradicare il terreno in vaso e, se riescono a gestirlo, a fare affari tra la terra fresca! Tutto ciò può seriamente compromettere la salute delle piante. Certo, può essere una strada a doppio senso: così tante piante sono tossiche sia per i cani che per i gatti, quindi i proprietari di animali domestici dovrebbero essere estremamente cauti e fare le loro ricerche prima di portare una pianta nella loro casa.

Se il tuo animale domestico ha preso una brillantezza in una delle tue piante non tossiche, prova a posizionare la pianta in una posizione inaccessibile. Poiché questo è più difficile quando si tratta di gatti, un possibile rimedio è quello di posizionare un foglio di carta stagnola sotto la pianta che si estende di sei pollici su ciascun lato. Poiché i gatti odiano la lamina di stagno, non avranno altra scelta che lasciare la tua pianta da sola.

Se scavare o urinare nel terreno vegetale è il tuo problema principale, metti del foglio di stagno sul terreno o aggiungi ciottoli o pigne alla pentola.

15. Rinunciamo troppo presto

Tutti passano attraverso cattive patch e le piante non fanno eccezione. Anche se hanno sofferto gli effetti negativi dell'eccesso di carburante, sono stati bruciati dal sole o hanno subito un attacco di afidi, dare alla tua pianta la possibilità di uscire dall'altra parte prima di relegarla in discarica.

Le piante hanno un'incredibile capacità di ricrescita dopo un trauma. Fornendo un po 'di TLC (ed evitando gli errori comuni elencati sopra) potresti essere in grado di nutrire la tua pianta d'appartamento al suo antico splendore.

Dovresti anche tenere a mente che alcune piante diventano dormente stagionali - tra cui stelle di Natale, amarilli e ciclamini. Una volta lasciati soli, queste piante possono tornare improvvisamente in vita!

Leggi Avanti: 22 Piante da appartamento praticamente immortali, anche se non puoi uccidere

32 decorazioni natalizie ecologiche fatte in casa che sembrano meravigliose

32 decorazioni natalizie ecologiche fatte in casa che sembrano meravigliose

Il Natale è davvero il momento più magico dell'anno! Sfortunatamente, è anche il più dispendioso.Le festività natalizie hanno un enorme impatto ambientale in termini di utilizzo delle risorse idriche, gas serra e disturbi della terra causati dalla produzione di alcuni dei nostri piatti e prodotti da forno preferiti.Se t

(Vivere verde)

10 motivi per cui dovresti cucinare solo con padelle in ghisa

10 motivi per cui dovresti cucinare solo con padelle in ghisa

Pentole e padelle realizzate in alluminio, acciaio inossidabile e antiaderente rivestite in teflon hanno quasi sostituito le padelle in ghisa del passato, ma non hanno eguali per sicurezza e durata. Se hai ereditato vecchie padelle arrugginite dai tuoi genitori o dalla nonna, tienili stretto. Se li trovi nelle vendite di garage, prendili

(Vivere verde)